Roomba, l’aspirapolvere robot intelligente di iRobot, arrivato all’ottava serie

Roomba Robot Intelligente di iRobot

Ho avuto la fortuna – in alcuni casi (rari) sfortuna – di testare molti prodotti. Dopo questo test, quando è stato il momento di riconsegnare Roombal’aspirapolvere robot intelligente di iRobot – ho avuto la tentazione di raccontare all’azienda che i ladri me lo avevano rubato.

Ho effettuato il test su Roomba 880, l’ultimo aspirapolvere commercializzato in Italia dalla Nital S.p.A. di Torino. L’ho tolto dalla scatola, l’ho messo in carica attraverso la sua Integrated Home Base, ho posizionato la lighthouse per delimitare l’area da pulire e ho schiacciato play. Un bagno e un buon libro hanno fatto il resto.

A piedi nudi, ho percorso la sala in lungo e in largo. Neanche un granulino. Non una briciola. Tutto aspirato. L’aspetto stupefacente è che non ho levato niente. Ho lasciato sedie, tappeto, tavolino dove si trovavano. Roomba s’infila tra le sedie, salta sul tappeto, dribbla i tavolini.

Quando è stanco Roomba rientra alla base e si carica. E se il vostro lui è uno “smanettone” cioè si diverte a impiegare il suo tempo a programmare aggeggi tecnologici, può programmare la settimana lavorativa di Roomba. Così non deve nemmeno ricordarsi di schiacciare play. Deve solo svuotare il serbatoio della polvere e del “rudo”. E questa è la parte che interessa al vostro lui.

A voi, care lettrici, interesserà sapere che il segreto dei Roomba 880 risiede nelle nuove spazzole controrotanti senza setole, elementi fondamentali dell’innovativo sistema di pulizia ad alte prestazioni AeroForce™. Esse consentono di ottenere prestazioni superiori rispetto alle normali spazzole con setole e, inoltre, richiedono una manutenzione davvero minima. Inoltre, sono in grado di raccogliere dal pavimento fino al 50% in più di sporco, residui, peli di animali domestici e capelli.

Written by Matteo Dall'Ava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *