Guida serissima su cosa non regalare al vostro LUI per non rovinare San Valentino

amore cane gatto

Il vostro LUI vive l’avvicinarsi di San Valentino con lo stesso entusiasmo di un appuntamento dal dentista: magari se la caverà con una pulizia dei denti, più probabilmente lo metterete sotto i ferri. Sì, perché San Valentino dovrebbe essere un giorno di amore assoluto, cioè sciolto da qualsiasi vincolo, ma nella realtà è il giorno in cui si va davanti al commercialista per firmare il Bilancio. Sarà positivo? Sarà negativo? Dovrete consegnare i libri contabili e dichiarare fallimento o investire di più per mantenere lo status quo? Non è un caso che molti (questo non è propriamente un dato statistico) si lascino proprio il giorno di San Valentino: affrontare la realtà spesso richiede coraggio. E noi uomini in quanto a coraggio… lasciamo perdere.

Qualunque sia la vostra situazione economicoamorosa, vivete il regalo al vostro lui come qualcosa di assolutamente non celebrativo. Ecco in sintesi le regole su cosa non regalare a San Valentino. In parte si rifanno a quelle di Natale. L’uomo non cambia mai.

Regola N°1 Low Profile

Non caricate la serata di San Valentino di troppe aspettative. Per Lui è un giorno assolutamente uguale a gli altri: non è vero, ma noi ci sforziamo di crederlo. Noi uomini odiamo tutte le ricorrenze: troppo simili alle scadenze che abbiamo sul lavoro o alle bollette da pagare;

Regola N°2 Niente Cuoricini

Odiamo i cuoricini, le faccine, i bacini e in generale tutti i diminutivi; se li utilizziamo è solo per compiacervi e per cercare di entrare nella vostra stessa modalità di pensiero anche se sappiamo bene che è una mission impossible. Quindi il bigliettino d’auguri, anche se assolutamente NON NECESSARIO, deve essere il più neutro possibile.

Regola N°3 Regalo Contenuto

Dato il nostro scarso, scarsissimo attaccamento alla serata di San Valentino –il 14 febbraio è per prassi il giorno di picco in cui l’influenza attacca l’uomo– anche il regalo deve essere in linea. Un regalo troppo importante in termini economici sarebbe una dichiarazione palese di impegno, convivenza, figli, matrimonio, fuga (la sequenza non è casuale).

Regola N°4 NIENTE ANELLI

Ci sarà un motivo per cui la gioielleria maschile si limita ai bracciali, alle catenine (poche) ai gemelli (per la camicia) e ai fermacravatta. L’anello è paragonabile alla peggiore serata passata dal vostro Lui con i vostri genitori.

Regola N°5 Nessuna celebrazione di consegna

Che non vi venga in mente di studiare una strategia per consegnare il regalo al vostro LUI. Non chiedete aiuto al cameriere di turno dove voi avete prenotato; non chiedete aiuto all’amica del cuore soprattutto se si è appena lasciata; non chiedete aiuto a nessuno e nemmeno a voi stesse. Il regalo –se lo fate, m non è necessario anche se lo vogliamo– deve essere consegnato con la stessa modalità dell’anello d’oro. Sì. Vi sarà capitato che un tizio o una tizia in prossimità vostra si sia abbassato facendo finta di raccogliere un anello d’oro e di chiedervi se è vostro dopo una lauta mancia. No? Quindi il regalo va consegnato come se lo aveste trovato lì dove siete, per caso.

e per finire

che non vi venga in mente di regalargli un videogame o equivalente. Sarebbe una dichiarazione ufficiale di giudizio infantile nei suoi riguardi. Anche se fosse vero. Assolutamente no a cravatta, papillon, cosmetici, fai da te, guanti, sciarpa cappello. L’idea alla base è che vi siate un minimo impegnate nel trovare qualcosa che lo aggrada.

bene invece…

il via libera a tutto ciò che è spiritoso o potrebbe essere interpretato in tale maniera come un mazzo di fiori, un portachiavi ma bello (un abbinamento perfetto se ha una macchina scassatissima), una t-shirt (occhio a non sbagliare la taglia), una pacchetto viaggio (assolutamente non romantico), un elettrodomestico (meglio se si connette con il suo smartphone), una bottiglia di distillato (vedete voi), un paio di manette di pelliccia. Un sì grande come a una casa a un nuovo completino intimo (per voi che vi metterà lui). E poi, non dice che non vi voglio bene…

Written by Matteo Dall'Ava

4 Comments

Mary

Buongiorno, ieri sera ho sentito il tuo intervento a Radio Deejay, molto interessante!
Ho voluto dare un occhiata al tuo sito e confermo che può essere utile, vorrei però permettermi di non essere d’accordo per quanto riguarda SanValentino, appoggio il fatto che le donne spesso esagerano con cuoricini e cavolate simili ma il tuo decalogo è un tantino maschilista e mi pare tu abbia visto il genere femminile in maniera sbagliata…magari hai conosciuto parecchie donne cosi ma ti giuro non sono tutte uguali 😛
comunque il sito è tuo e sei libero di scrivere ciò che vuoi, non volevo essere polemica ma magari da donna darti un consiglio, altrimenti magari anzi che delle amiche ti farai delle nemiche 😀
Buona Giornata!

Reply
Matteo Dall'Ava

Ciao Magiolina85,
grazie per il consiglio. So bene che le donne (come gli uomini) non sono tutte uguali. Mi scuso se ti/vi ho offeso in qualche maniera. Non voleva essere questo lo scopo. Forse ho esagerato con le figure retoriche: da come hai capito amo le iperboli.
Un forte abbraccio,
Matteo

Reply
Monica

Ciao! Avrei bisogno di suggerimenti x s.valentino… Il mio uomo ha 57 anni,nn fuma,nn beve,nn fa sport ,nn ama le vacanze invece ama il ballo cosa mi suggerisci? Caso disperato !!!!

Reply
Matteo Dall'Ava

Ciao Monica,
sono contento che tu mi abbia scritto. Io starei pensando ad un orologio, la Breil ne ha realizzati diversi dallo stile vintage come il Breil Manta Professional. Ecco pilo link: http://www.breil.com/it/shop/uomo/orologi. Se lui ha uno smartphone vedrei bene anche un activity tracker. Jawbone è appena uscito con l’UP3, è discreto e può aiutarlo a muoversi di più. Se non si muove troppo ma ne ha bisogno Technogym ha studiato la Wellness Ball da appartamento: https://www.superflui.net/2015/05/wellness-ball-active-sitting-technogym-pilates/. Anche una radio digitale è un regalo carino o il nuovo Kindle Voyage di Amazon. Probabilmente a lui piacerà leggere un libro di carta (anche io li adoro) ma un eReader è comodo e potrà leggere davvero ovunque con o senza luce. Se avete delle piante la Parrot ha ideato un nuovo vaso e un sensore che vi avvisa quando l’acqua e il fertilizzante sta per finire: http://www.parrot.com/it/prodotti/flower-power/. Bene anche un paio di occhiali: Italia Independent ne ha tantissimi di ogni forma e colore. Se ama ballare probabilmente amerà anche la musica. Spotify e Deezer hanno degli abbonamenti regalo interessanti per ascoltare la radio dal web sui device o meglio ancora su uno speaker wireless come quelli di Sonos: https://www.superflui.net/2015/05/sonos-play1-speaker-hifi-wireless/
Fammi sapere se ti ho aiutato… Un abbraccio Matteo

Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *